Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
1 giorno fa
By motogp.com

Cosa è successo tra Quartararo e Miller a Mandalika?

Il francese e l'australiano si sono scambiati opinioni dopo un incidente di gara al Pertamina Indonesian Grand Prix

Sia Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP™) che Jack Miller (Ducati Lenovo Team) sono stati in grado di migliorare le loro prestazioni in Malesia rispetto al primo appuntamento dell'anno in Qatar, finendo rispettivamente secondo e quarto.

In condizioni estremamente difficili e in una giornata piena di imprevisti, il due piloti era in prima linea della classe regina, guidando con maestria nell’inseguire il vincitore della gara Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing). Nel caso di Miller, l'australiano ha preso il comando nelle prime fasi prima di perdere gradualmente posizioni nella seconda metà della gara, mentre il francese ha vissuto la situazione completamente opposta. Quartararo ha perso terreno nelle fasi iniziali, solo per fare una rimonta prima della bandiera a scacchi.

Dopo la gara, a Quartararo e Miller è stato chiesto di analizzare un acceso duello di cui sono stati protagonisti in pista. Alla curva 1 al secondo giro, Miller ha superato Quartararo all'interno superando la linea bianca all'uscita della curva finale, ciò che avrebbe causato un discutibile ingresso sul rettilineo principale. Tuttavia, il campione in carica ha cercato di rimediare alla situazione accelerando prima di uscire dalla curva 1 per superare Quartararo. Quella serie di azioni tra i due ha portato a un leggero contatto, dopo il quale Miller è stato in grado di mantenere il secondo posto, entrando alla curva 2 all'esterno sul francese.

Il #43, una volta terminata la corsa, ha dato la sua versione dell’accaduto: "Non era una lotta. L'ho passato e lui si è subito lanciato su di me, proprio come ha fatto con Johann (Zarco). Non credo che sia necessario, una volta che qualcuno ti sorpassa, accelerare immediatamente mirando alla sua gomma anteriore. Vorrei parlare con lui di questo, perché non è la prima volta che succede".

"Come abbiamo visto, ha fatto lo stesso con Johann. Puoi sorpassare, va bene. Ma questo non significa che aprite il gas e mirate alla mia gomma anteriore perché posso schiantarmi. Non credo che sia giusto, mi ha affiancato e ha toccato il lato della mia moto. A quel punto avevo chiaramente un ritmo migliore. Ero più veloce di lui, quindi era un rischio inutile. Questo è tutto", ha concluso l'australiano.

Così ha fatto Quartararo, che ha anche voluto condividere il suo punto di vista durante la conferenza stampa post-gara: "Non mi dispiace, perché è uno che in passato ha sorpassato anche aggressivamente. Penso che il mio sorpasso non sia stato aggressivo, non mi aspettavo di toccarlo e comunque è stato un contatto leggero. Non so se l'ha visto in TV, ma prima che parli, è meglio che lo veda, perché non ho fatto niente di male".

"Non gli ho parlato, ma lui mi parlava sulla moto. Non ho sentito nulla, ma sembrava che non fosse felice. Ma non ho fatto nessuna mossa strana. Mi ha superato alla curva 1, ma ho visto che andava lungo, sono entrato e le nostre strade si sono incrociate. Mi piacerebbe conoscere l'opinione di altri piloti. Dal mio punto di vista, se avessi fatto qualcosa di sbagliato avrei chiesto scusa, ma per questo non ho niente da dire" ha aggiunto El Diablo

Una disputa che dovrebbe essere dimenticata tra quindici giorni, quando il paddock del campionato del mondo si dirigerà in Argentina. Ricordiamo che l'ultima volta che la MotoGP™ ha visitato Termas de Rio Hondo è stato nel 2019, quando Miller è arrivato 4° e l'allora esordiente Quartararo era 8°. Entrambi i piloti lotteranno per migliorare i loro risultati in questo 2022.

Consigliati