Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
2 ore fa
By motogp.com

Caccia al tesoro, Lorenzo sul Tibidabo

Il campione del mondo in carica scala il monte barcellonese alla ricerca della sua YZR-M1.

Per Jorge Lorenzo il mercoledì prima del GP di Catalogna è stato un giorno dedicato alla ricerca della sua moto. Durante la speciale caccia al tesoro, l’attuale leader della classe regina e iridato in carica, è arrivato fino al monte Tibidabo, la terrazza su Barcellona a 500 metri di altezza.

Il panorama da uno dei luoghi simbolo della regione è tra gli scorci più magici tra la costa e l’entroterra e offre una vista completa sulla città; inoltre, la cima al monte è occupata dalla chiesa di Cor Sagrat e dal romantico parco di divertimento che dal basso è visibile da quasi ogni punto di Barcellona. Un’ istallazione che risale al 1899 e che lo colloca tra i ‘luna park’ più antichi al mondo.

Il pilota Yamaha ha concluso la sua ricerca proprio all’ombra delle giostre, ritrovando alla fine la sua Yamaha YZR-M1 celata da una attrattiva del parco. Per fortuna la ricerca non è durata troppo e il suo prototipo ere tra le vetture ottocentesche a forma di cavallo, poltrona o tazza.  

Il GP di Catalogna è dietro l’angolo e il maiorchino è pronto per una grande prova. “Come sempre, il nostro GP di casa è una gara importante”. Ha detto Lorenzo. “Tutte le prove in Spagna sono molto importanti e cercheremo di ottenere il miglior risultato possibile per mantenere questa serie di buoni risultati raggiunti fino ad ora. Ho riguardato la gara del Mugello e gli ultimi giri un paio di volte. È stata una delle sfide più emozionati della mia carriera. Mi ricorderò sempre questo duello con Marquez. Ho vinto di pochi centimetri ed è stato un grande risultato in termini di punti per il campionato”.