Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
28 giorni fa
By Ducati Team

Dovizioso: “Non ho voluto prendere rischi inutili”

Il forlivese chiude al quinto posto la gara olandese, ma la sorpresa è il ritrovato primo posto in classifica generale dopo otto anni

Ottima prestazione di Andrea Dovizioso al TT di Assen. Il romagnolo del Ducati Team, che scattava dalla terza fila grazie al nono crono ottenuto in qualifica, chiude la gara al quinto posto ed è così al primo posto nella classifica generale. L’ultima volta di un pilota Ducati in testa al campionato del mondo era il 2009, GP d’Italia, con Casey Stoner. Dovizioso, dopo aver tagliato il traguardo del primo giro in settima posizione, ha iniziato una entusiasmante rimonta che lo ha portato fino al secondo posto nel corso del ventesimo passaggio, quando una leggera pioggia è iniziata a cadere sul circuito olandese. Dopo una bella lotta con Valentino Rossi (Movistar Yamaha) e Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing), che arriveranno primo e secondo al termine del GP, il pilota romagnolo è raggiunto prima da Marc Marquez, portacolori Repsol Honda, e poi da Cal Crutchlow (LCR Honda) chiudendo la sua gara in quinta posizione senza voler mettere a rischio la leadership iridata.

Andrea Dovizioso: “Quella di oggi è stata una gara molto difficile e partire dalla terza fila ha complicato un po’ le cose. All’inizio non riuscivo ad essere molto fluido e quindi ho perso il contatto con il gruppetto di testa, ma sono rimasto concentrato per capire dove potevo recuperare e, quando Viñales è caduto davanti a me, ho spinto al massimo per tornare nel gruppo dei primi. In quel momento ero il più veloce in pista, e questo è un buon segnale per la nostra moto. Quando sono arrivato a ridosso del gruppo di testa ha iniziato a piovere ma non si capiva bene dove la pista fosse ancora asciutta e dove no. Per questo motivo non ho voluto prendere rischi inutili e ho cercato di finire la gara nel miglior modo per portare a casa punti molto importanti per la classifica del campionato. Ora torniamo a casa primi in campionato, e per me è una emozione nuova perché non sono mai stato in testa alla MotoGP™. Voglio ringraziare tutto il mio team perché anche in questo weekend abbiamo lavorato benissimo e, nonostante le condizioni meteo cambiassero in continuazione, abbiamo fatto le mosse giuste, siamo rimasti calmi, e questo alla fine ha pagato”.