Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
12 giorni fa
By motogp.com

GP d’Austria, la MotoGP™ ai microfoni dei media

L’appuntamento in Stiria si apre sotto la pioggia. Aerodinamica, flag-to-flag e velocità i temi della conferenza stampa

Inizia il GP d’Austria e la consueta conferenza stampa del giovedì apre l’undicesima prova stagionale. Il Red Bull Ring, veloce pista di Spielberg dove si è tornato a correre dalla scorsa stagione, attende le tre classi del Campionato del Mondo MotoGP™. La massima cilindrata è protagonista dell’appuntamento con i media e, a rispondere alle domande dei giornalisti, Marc Marquez e Dani Pedrosa (Repsol Honda), Maverick Viñales e Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP), Cal Crutchlow (LCR Honda) e Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing).

Support for this video player will be discontinued soon.

La conferenza stampa al Mugello

Dopo l’incertezza del cielo e la gara con cambio di moto in Repubblica Ceca, si preannuncia un altro fine settimana dalle condizioni climatiche mutevoli. Il giovedì in Stiria è all’insegna della pioggia e del freddo. Tra i temi toccati la procedura del flag-to-flag decisiva nel precedente GP, le varie soluzioni aerodinamiche viste anche nei test del lunedì dopo il GP in Moravia e le caratteristiche del tracciato austriaco.

È proprio il campione del mondo in carica e leader della classifica generale a parlare per primo. “Abbiamo fatto delle buone prove in Repubblica Ceca e ora vediamo come potremo lavorare qui”. Dice Marquez.

“L’anno scorso ho fatto fatica su questa pista ma quest’anno siamo migliorati e cercheremo di trovare il giusto set up per domenica”. Termina il numero 93 che a Brno ha vinto grazie ad un gioco di squadra perfetto. “Il Red Bull Ring è un circuito particolare, fatto frenate, accelerazioni e parti veloci; bisognerà anche trovare il corretto bilanciamento; lotteremo per il podio e magari per la vittoria”.

A Brno i piloti Yamaha ufficiali hanno salvato quella che avrebbe potuto essere una domenica da dimenticare: dopo un grande recupero dal basso gruppo (posizione arrivata successivamente al cambio di moto) Viñales e Rossi hanno chiuso come terzo e quarto.  

 “La pista mi piace e in Moravia ho ritrovato le miglior sensazioni”. Afferma il numero 25, ora secondo in classifica generale. Come il compagno di box, nel lunedì di prove, Viñales ha testato la nuova carenatura aerodinamica. Ora afferma: “Non la userò qui. Necessito di altri test per avere una visione più chiara”.

Termina commentando il meteo. “Il tempo è instabile, dovremo essere pronti ad ogni situazione, il primo obiettivo è fare bene nelle libere per entrare tranquilli in Q2”.

Rossi è stato protagonista assoluto dei test del lunedì; autore del miglior giro, il nove volte campione si trova in un ottimo stato di forma e le novità tecniche messe in pista da Yamaha soddisfano il Dottore.

“Questo è un circuito abbastanza diverso dagli altri, veloce e con poche curve. Dovremo essere pronti ad ogni condizione meteo”. Commentando la nuova carena. “Ora vedremo se usarla o meno, non credo sia la pista giusta, ci penseremo un po’ prima di portarlo in gara”.

Support for this video player will be discontinued soon.

Rossi parla delle Ducati, favorite per la vittoria

Valentino adesso è quarto in campionato pagando un distacco di solo un punto da Andrea Dovizioso (Ducati Team). Rispondendo ad una domanda della stampa, Rossi ha detto che, oltre ad essere questa la stagione dei pronostici molto complicati, si aspetta delle Ducati molto competitive ma spera che la sua M1 possa riuscire a colmare il gap che c’è, teoricamente, dalle moto italiane.

A Brno Pedrosa è salito sul podio al secondo posto, per il numero 26 HRC un’ottima stagione e la quinta piazza in classifica. “Nelle gare scorse abbiamo lavorato bene, lo faremo anche qui dove nel 2016 abbiamo faticato”. Dice il catalano. “Sarà importante trovare il giusto set up per essere pronti domenica e dovremo concentrarci in particolare sull’accelerazione”.

Pedrosa ha parlato anche di una proposta che sarà trattata il giorno seguente nella Safety Commision: agevolare la procedura del flag-to-flag ‘allargando’ i box della classe regina e ponendo tra due della MotoGP™ uno delle classi minori. Un modo per avere più spazio nel cambio di moto.

Crutchlow occupa il nono in campionato e parla delle condizioni meteo: “Il tempo brutto è per tutti quindi è una difficoltà generale. Il fine settimana a Brno è stato buono e ho chiuso vicino al podio (quinto posto, ndr). Nei test lunedì non abbiamo provato molte novità e abbiamo lavorato in previsione della gara”, Termina. “È un buon momento per Honda”.

A fare gli onori di cada le KTM, quest’anno alla loro prima stagione completa nella massima serie. Pol Espargaro e Bradley Smith avranno il compito non facile di lottare per il massimo risultato in sella ai prototipi di Mattighofen e, accompagnare in pista i due piloti ufficiali, anche lo storico collaudatore Mikka Kallio. “Per noi è un fine settimana di grande pressione, è il nostro GP di casa”. Afferma il numero 44 che ha Brno ha chiuso nella top 10. “Tutta la squadra vuole fare bene e la pressione dovrà diventare motivazione”.

Da domani, venerdì 11 agosto, la parola passerà alla pista con le prime libere del GP d’Austria che inizieranno alle 9:00. La Moto3™ sarà la prima classe a scendere in pista.

Consigliati