Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
12 ore fa
By motogp.com

Petrucci, a Motegi per l’acuto

Nel 2017 il numero 9 fece podio in Giappone, adesso è pronto a ripetersi; e punta su Lorenzo

Danilo Petrucci punta alla prova di Motegi per cercare il picco che forse gli è mancato in questa stagione. Sulla pista nipponica il pilota Alma Pramac Racing può far bene. Nel 2017, in una gara caratterizzata dalla pioggia raggiunse un podio stupendo e quest’anno, il Twin Ring, potrebbe rappresentare l’occasione di riscatto in una annata nella quale è stato costante ma forse gli è mancata la ‘prova da incorniciare’. In ballo non c’è solo il dominio finale della classifica tra i piloti satellite, nella quale ora è al comando, ma anche piazzarsi al meglio tra i ducatisti: Jorge Lorenzo (Ducati Team) è al quinto posto e distante solo quattro punti. Il ternano potrebbe approfittare del momento non facile del maiorchino, che in Giappone rientra da un duplice infortunio, per dare una zampata significativa sotto molti punti di vista.

Support for this video player will be discontinued soon.

MotoGP™ Rewind: una sintesi del #JapaneseGP

“L’anno scorso in Giappone si è corso sull’acqua e ho fatto una bella gara”. Racconta Petrucci. “Quest’anno sono stato sempre lì anche sull’asciutto ma mi è mancato quel pizzico di fortuna che ho avuto nel 2017. Sia a Jerez sia in Germania ho perso il podio a due giri dalla fine anche se come costanza sono stato molto più incisivo. In termini di punti, però, sono messo molto meglio dell’anno scorso e mi sto giocando il quinto posto. Jorge è vicino a soli quattro lunghezze anche se il mio obbiettivo è essere il migliore dei piloti satellite”.

Prosegue parlando del trofeo tra i non ufficiali, sicuramente alla portata. “Crutchlow è competitivo anche se nelle ultime gare non ha fatto benissimo ma mi ha preso due punti. Poi c’è Zarco, che ad inizio stagione sembrava fortissimo e successivamente ha avuto un calo. Io sono stato molto più costante ma mi manca l’acuto. Credo che questa sia una pista più adatta alle mie caratteristiche perché si frena forte e non ci sono tante curve sullo stesso lato. Mi permette di far riposare le gomme e, anche la temperatura fresca, aiuta a preservarle”. Termia. “Ora che non ho la velocità dei primi cinque devo cercare di prendere il meglio da tutto quello che ho”.

Segui il fine settimana a Motegi e vivi il MotoGP™ LIVE e OnDemand con il VideoPass!

Consigliati