Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
22 giorni fa
By Red Bull KTM Tech 3

Oliveira, operato alla spalla, tornerà nel 2020

Termina con un intervento chirurgico la stagione del rookie portoghese che tornerà in pista in occasione dei prossimi test a Sepang

Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech 3) mette fine alla sua stagione d’esordio nella massima categoria con un in anticipo. Così come annuncia la squadra del portoghese, il 24enne è stato operato alla spalla sinistra nello stesso giorno in cui i suoi colleghi disputano il Shell Malaysia Motorcycle Grand Prix.

Le ultime settimane sono state complicate per Oliveira. A Silverstone è stato colpito da Johann Zarco, al tempo nel Red Bull KTM Factory Racing, e nell'impatto il portoghese si è fratturato la spalla destra. Poi, durante la FP4 del Gran Premio d’Australia ha fatto un high side a causa del forte vento.

La caduta di Phillip Island non gli ha permesso di tornare in pista a causa del gonfiore alle mani ma sembra che la situazione si sarebbe aggiustata in tempo per l’appuntamento della settimana successiva in Malesia. Invece, dopo aver disputato alcuni giri nella prima sessione di libere, Oliveira ha deciso, insieme alla sua squadra, di rinunciare al GP.

Support for this video player will be discontinued soon.

La caduta di Oliveira nella FP4

Il portoghese del Red Bull KTM Tech 3 ha comunicato tramite i social network di essere all’ospedale di Innsbruck, in Austria, per farsi operare dal Dr. Karl Golser, medico specializzato nella cura dei legamenti danneggiati.

Il team manager, Hervé Poncharal, commenta l’intervento del suo pilota: “Oggi operano Miguel alla spalla destra infortunata a Silverstone. Speriamo solo che tutto vada bene. Questa è stata di gran lunga la soluzione migliore e sappiamo che in un massimo di due mesi sarà di nuovo in forma. Salterà Valencia, ma l’obiettivo è quello di rivederlo di nuovo al massimo per il primo test a Sepang”.

Support for this video player will be discontinued soon.

Che cosa pensa Oliveira della nuova formazione KTM per il 2020?

“Vorrei ringraziarlo perché dall’incidente di Silverstone ha guidato con molto dolore e non si è mai arreso. Non voleva parlarne ma so che ha sofferto, Miguel è un vero gentiluomo, un pilota di MotoGP™ molto veloce. La sua stagione da esordiente non è stata facile ma ha mostrato velocità e un grande impegno, quindi non vediamo l’ora di rivederlo in moto in buone condizioni fisiche” ha concluso Poncharal.

Prossimo appuntamento il Gran Premio Motul de la Comunitat Valenciana, al via dal 01 al 03 novembre. Vivilo LIVE e OnDemand con il VideoPass!

Consigliati