Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
16 giorni fa
By motogp.com

Nakagami, il primo giapponese in pole dal 2004

Il pilota del LCR Honda prenderà il via del GP de Teruel davanti a Morbidelli e Rins, mentre Mir dovrà risalire dal 12° posto

Il fine settimana del Gran Premio Liqui Moly de Teruel sarà memorabile per Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu). Inizia firmando il rinnovo pluriennale con HRC, poi domina il venerdì e nel giorno delle qualifiche centra la prima pole position in carriera regalando al Giappone il miglior tempo in qualifica dopo 16 anni di digiuno. L’ultimo pilota giapponese a scattare dalla prima casella dello schieramento era Makoto Tamada, poleman al Gran Premio di Valencia del 2004, gara che concluse al quinto posto. Ora quello che manca a Taka è il podio e non è affatto impossibile a questo punto.

Il GP Liqui Moly de Teruel ha il suo poleman della MotoGP™

Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) deve accontentarsi del secondo posto per appena 63 millesimi precedendo di oltre due decimi il terzo: Alex Rins (Team Suzuki Ecstar), vincitore della prima gara al MotorLand. La scorsa settimana lo spagnolo ha vinto facendo una rimonta dalla decima casella, ora che parte dalla prima fila sarà uno degli ossi duri da battere.

Le altre due M1 sono sulla seconda linea dello schieramento, aperta da Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) e chiusa da Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT), ad intromettersi c’è l’unico rappresentante della Ducati in Q2, il francese Johann Zarco (Esponsorama Racing) dopo essersi riscattato dalla Q1.

“È semplicemente fantastico!” - Le reazioni al parco chiuso

La struttura di Lucio Cecchinello piazza le prime due Honda, oltre a Taka in pole, troviamo Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol) ad aprire la terza fila davanti alle KTM di Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech 3) e di Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing), leader della Q1. Il rookie Alex Marquez (Repsol Honda Team) a chiudere la top 10. Mentre Iker Lecuona (Red Bull KTM Tech 3) è 11° davanti al primo in campionato Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) che inciampa nella qualifica, sessione che continua ad essere il suo tallone d’Achille. Il maiorchino ha però la possibilità di riscattarsi ricordando ai rivali di essere l’uomo della domenica con una rimonta strepitosa.

Il primo degli esclusi dalla Q1 per soli 69 millesimi è Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini). Il catalano scatterà 13° seguito dalla seconda Ducati sullo schieramento, quella di Jack Miller (Pramac Racing) che non ha fatto mistero del suo disagio alla fine del turno di qualifica. Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) completerà la quinta fila.

Stefan Bradl (Repsol Honda Team) scatterà 16° affiancato dalle GP20 di Andrea Dovizioso (Ducati Team) e di Francesco Bagnaia (Pramac Racing). Anche questo appuntamento non sarà semplice per Dovi che, per la terza volta nel 2020 dovrà risalire dalla sesta fila. Se in gara non riuscirà a recuperare, le possibilità di Dovi di aggiudicarsi il titolo potrebbero svanire.

Non va meglio la qualifica per il suo compagno di squadra Danilo Petrucci (Ducati Team) che, nel giorno del suo compleanno, è solo 19° formando l’ultima fila insieme a Tito Rabat (Esponsorama Racing) e Bradley Smith (Aprilia Racing Team Gresini). La fabbrica di Borgo Panigale ha molti compiti da fare prima della gara che, ricorda, sarà domenica 25 ottobre alle 13:00 (ora locale). Non dimenticate del cambio dell’ora, si dormirà un’ora in più!

I primi 10 qualificati:

1. Takaaki Nakagami - (LCR Honda Idemitsu) - 1:46.882
2. Franco Morbidelli - (Petronas Yamaha SRT) - +0.063
3. Alex Rins - (Team Suzuki Ecstar) - +0.273
4. Maverick Viñales - (Monster Energy Yamaha MotoGP) - +0.359
5. Johann Zarco - (Esponsorama Racing) - +0.415
6. Fabio Quartararo - (Petronas Yamaha SRT) - +0.444
7. Cal Crutchlow - (LCR Honda Castrol) - +0.495
8. Miguel Oliveira - (Red Bull KTM Tech3) - +0.627
9. Pol Espargaro - (Red Bull KTM Factory Racing) - +0.637
10. Alex Marquez - (Repsol Honda Team) - +0.721

Clicca qui per vedere tutti i risultati completi.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!