Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
17 giorni fa
By motogp.com

Mir si presenta al suo primo match point

Dopo la vittoria di domenica scorsa, il maiorchino ha la possibilità di diventare campione del mondo a Valencia. Riscriverà la storia?

Il GP de Europa ha accolto sul gradino più alto del podio il nono vincitore dell’anno: Joan Mir (Team Suzuki Ecstar). Il maiorchino, già leader prima della gara, conquista la prima vittoria in classe regina e si porta in vantaggio di 37 lunghezze di vantaggio. Gli inseguitori più diretti, a pari punti, sono il compagno di squadra Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) e Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT). Il primo si presenta al Gran Premio Motul de la Comunitat Valenciana venendo da tre podi consecutivi all’attivo mentre il francese è assente dal podio da quattro appuntamenti. 

Al primo round valenciano, El Diablo è finito a terra alla curva 14 in seguito ad un incidente avuto con Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini). Il Diablo è tornato in pista ma, pur avendo recuperato diverse posizioni, è arrivato 14° al traguardo. Non è stato un appuntamento facile nemmeno per Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) che, dopo essere scattato dalla pit-lane per scontare una penalità relativa ai motori, è arrivato 13° allontanandosi di 41 lunghezze dal capolista in classifica generale. Con Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) fuori dalla top 10 sotto la bandiera a scacchi e Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP) ritiratosi a causa di un problema tecnico, è stata una giornata da dimenticare in casa Yamaha. Tutti i portacolori della casa di Iwata si lasciano il passato alle spalle e si concentrano perché il secondo appuntamento al Circuit Ricardo Tormo porti molte più soddisfazioni. 

Andrea Dovizioso (Ducati Team) torna a Valencia dopo aver annunciato di prendersi un anno sabbatico. Il forlivese, ottavo la scorsa domenica, potrebbe sorprenderci perché trovandosi di nuovo in sella senza dover più tergiversare le domande relative al suo futuro, sarà libero da ogni pressione. Tornerà sul podio come fece nel 2018 o come ha fatto quest’anno al GP d’Austria? 

Un altro pilota da tenere d’occhio è senza dubbio Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing) che si presenta dopo aver conquistato il podio solo pochi giorni fa. Lo spagnolo dovrà vedersela con diversi rivali, tra cui Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) che, nonostante la consistenza invidiabile di questa stagione, ha sfiorato il podio in più occasioni senza ancora metterci piede e, con due gare a disposizione, il giapponese darà il massimo per conquistare il primo piazzamento in top 3 in classe regina.  

Anche Jack Miller (Pramac Racing) e Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech3) saranno della festa cercando, ad ogni costo, di conquistare un posto nelle posizioni che contano. Se c’è chi si batterà per il podio o per la prima vittoria della stagione, fate attenzione a Joan Mir che si gioca il primo match point. Diventerà campione del mondo MotoGP™ questa domenica? Per scoprirlo non resta che aspettare venerdì 13 novembre alle 10:55 quando si partirà con la prima sessione di prove libere. 

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati