Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
16 giorni fa
By motogp.com

“Il compagno di squadra è il primo rivale”

Nel 2021 le rivalità ai box del Campionato del Mondo MotoGP™ saranno più forti che mai, perché? Te lo spieghiamo qui

Tags MotoGP, 2021

Sta per iniziare una nuova stagione del MotoGP™️ carica di emozioni, tensioni e battaglie sull’asfalto ma... La competizione va oltre i limiti della pista! A volte, anche all’interno della stessa squadra c’è una certa rivalità come molto probabilmente sarà nel caso del Repsol Honda Team, o del Monster Energy Yamaha MotoGP, del Team Suzuki Ecstar: tre squadre che da motogp.com abbiamo deciso di analizzare con più attenzione.

La forza della squadra, Schwantz parla di Suzuki

Non si tratta di fare una guerra interna, perché la rivalità dovrebbe rimanere sana, ma vale la pena dare un’occhiata al fattore ‘nemici in casa’. Senza dubbio Alex Rins (Team Suzuki Ecstar), Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) e Pol Espargaro (Repsol Honda Team) saranno impegnati a battere i loro rispettivi compagni di box in più modi.

Cominciamo con i campioni del mondo in carica: Suzuki. Ricordiamo che questo titolo, ottenuto dopo 20 anni di attesa, ha stuzzicato l’appetito: la corona l’ha conquistata Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) e non Alex Rins che fa parte del box Suzuki da due anni in più rispetto al maiorchino.

Monster Energy Yamaha MotoGP 2021: La presentazione

Dal suo debutto in classe regina, nel 2019, e soprattutto dopo aver superato una contusione polmonare al test dopo il GP di Brno, Mir non ha smesso di crescere finendo 8 volte davanti al suo connazionale nel 2020. Tuttavia, va ricordato che Rins ha subito una frattura-lussazione della spalla destra al primo GP a Jerez dell’anno scorso, un infortunio che ha trascinato per tutta la stagione. Il #42 è riuscito a recuperare molto terreno nel corso del Campionato ma non abbastanza per disturbare il suo compagno di squadra che è stato sempre costante.

Naturalmente, il risultato finale è stato un colpo per il morale di Rins come ha confessato José Manuel Cazeaux in un’intervista. In ogni caso, secondo il suo capo meccanico, la delusione è ormai alle spalle. I contatori vengono azzerati. L’obiettivo? Per mantenere il suo status di casa costruttrice vincitrice del titolo, il marchio giapponese non fa distinzione tra i suoi piloti. Mir sa che Rins “Sarà altrettanto forte quest’anno” e viceversa, Rins designa Mir “Come suo rivale numero uno, in qualità di detentore del titolo”. Come promemoria, i due hanno condiviso quattro apparizioni sul podio nel 2020.

La RC213V 2021 vede la luce!

Altri due compagni di squadra che potrebbero trovarsi l’uno contro l’altro, visto che entrambi hanno la stessa ambizione, sono i portacolori della Yamaha: Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) e il suo nuovo compagno di squadra, Fabio Quartararo. Il francese, Rookie of the Year nel 2019, dopo aver annunciato il suo passaggio al team ufficiale non è riuscito a sfruttare al meglio questa grande opportunità nella seconda parte di stagione nonostante la sua formidabile doppia vittoria apertura a Jerez. Tra problemi meccanici e alcuni errori, El Diablo è scivolato giù nella classifica generale fino all’ottavo posto.

Viñales, nel frattempo, ha subito un destino relativamente simile nonostante la sua vittoria a Misano vedendosi penalizzato per i problemi tecnici e per il numero dei motori a disposizione. Detto questo, entrambi hanno imparato le loro lezioni e punteranno a invertire quella dinamica per finire il 2021 in alto. Naturalmente, senza perdere di vista il potenziale del proprio compagno di squadra, così come il resto dei rivali.

Ma gli occhi saranno puntati anche sulla famiglia del Repsol Honda Team che ha un volto nuovo: Pol Espargaro che arriva dal box KTM. Polyccio è un pilota esperto: ha trascorso tre anni col team Tech3, con Yamaha, e poi quattro stagioni col team Red Bull KTM Factory Racing. Il catalano si è unito al progetto della casa austriaca nella fase iniziale ed è stato il chiaro punto di riferimento poi, tutti quegli sforzi sono stati pagati, come dimostrano i suoi 6 podi (5 dei quali nel 2020) combinato con due pole position.

Petronas Yamaha SRT 2021: La presentazione

Nonostante i suoi progressi col costruttore austriaco, il #44 ha deciso di dare una nuova spinta alla sua carriera, alla soglia dei suoi 30 anni, firmando con una struttura che rappresenta più di un sogno. Non poteva rifiutare questa opportunità, come lui stesso ha dichiarato, anche se era consapevole di ciò che avrebbe rappresentato. “Sa esattamente dove sta andando” ha detto Marc Marquez (Repsol Honda Team) di recente. L’otto volte campione del mondo, ancora convalescente dopo l’ultima operazione all’omero destro, sa che l’arrivo di Pol è una nuova sfida per alimentare la sua carriera di pluricampione.

Entrambi si conoscono molto bene dato che hanno condiviso le piste fin da giovanissimi nelle competizioni regionali. Anche se Marquez ha vissuto un’ascesa più fulminea, hanno coinciso 7 volte sul podio della 125cc e altre 11 volte sul podio della Moto2™️. Pol ha continuato col finire la campagna 2012 come secondo classificato nel Campionato del Mondo proprio alle spalle di Marc prima di essere incoronato un anno dopo. Allo stesso tempo, il suo rivale di allora stava cominciando a imporre la sua legge in MotoGP™️ in quel 2013 di bei ricordi per entrambi.

Ora si affronteranno all’interno della stessa squadra e il più giovane dei fratelli Espargaro dovrà adattarsi alla potente RC213V nonostante l’assenza del test di Sepang dopo la pausa invernale, cercando sempre di mantenere la sua compostezza. Resta da vedere quando Marc Marquez tornerà al 100% del suo potenziale. Una cosa è certa, il Team Manager della squadra, Alberto Puig, assicura di aspettarsi una grande competizione, anche internamente: “Questo è ciò che fa crescere una squadra”.

MotoGP™ Chats: La scommessa di Marini e Bastianini

Questa rivalità interna sarà presente a tutti i livelli quest’anno, dagli amici Franco Morbidelli e Valentino Rossi nel Petronas Yamaha SRT a un altro duo italiano di esordienti di talento: Luca Marini (Sky Racing Team VR46) e il campione del mondo in carica della Moto2™️ Enea Bastianini (Avintia Esponsorama). La rivalità, nel 2021, sarà presente in ogni angolo dei circuiti. Dentro e fuori la pista. Lo spettacolo è assicurato.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati