Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
17 giorni fa
By motogp.com

Miller cerca il riscatto ed è leader del venerdì a Losail

Quattro Ducati in top 5, Quartararo interrompe il predominio delle Desmosedici. Espargaro conferma le buone sensazioni

Nella gara inaugurale della stagione 2021 Jack Miller (Ducati Lenovo Team) è rimasto fuori dal podio ma ora è al lavoro perché il Tissot Grand Prix of Doha sia tutta un’altra storia. La Ducati riconferma la sua superiorità su questa pista e l’australiano chiude la prima giornata di prove libere al Losail International Circuit in testa alla classifica combinata dei tempi con un crono da 1:53.145. A 0.313 troviamo il suo compagno di squadra Francesco Bagnaia e a oltre quattro decimi c’è il francese Johann Zarco (Pramac Racing).

GRATIS: Il meglio della FP2 del Tissot Grand Prix of Doha

Applausi per il quinto tempo provvisorio di Jorge Martin (Pramac Racing) che al primo giorno del suo secondo GP in classe regina dimostra di essere uno dei piloti più veloci in pista. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) divide il duo Pramac interrompendo il monopolio Ducati nel venerdì qatariota.

A due minuti dalla fine della sessione, Miller ha migliorato i riferimenti di Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) e di Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) che, fino a quel momento, erano stati i leader della classifica dei tempi. Lo spagnolo ha completato un’altra grande giornata sulla sua rinnovata RS-GP con la quale ha dominato la FP1. Il romano invece ha voltato pagina dopo aver trascorso la mattinata alla ricerca di soluzioni a dei problemi meccanici.

Sia Aleix che Franky sono stati presto superati anche da Martin e poi da Bagnaia e Zarco. Martinator ha lasciato il segno a metà sessione mantenendo un ritmo impressionante in solitaria. Quartararo è stato leader di ‘resistenza’ contro l’egemonia Ducati a Losail che, domenica scorsa, è stata invece rotta dal suo compagno di squadra Maverick Viñales che in questa giornata si trova solo in nona posizione.

Aleix termina il venerdì col sesto posto seguito da Morbidelli mentre l’ottavo posto è di Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) che riesce ad ipotecare il passaggio diretto alla Q2 al limite, a differenza del suo compagno di squadra, il campione del mondo in carica, Joan Mir, che dovrà cercare il riscatto nella FP3. Chiude la top 10 Stefan Bradl (Repsol Honda Team).

Il tedesco, che ha preso il posto di Marc Marquez, regala fiducia alla Honda in una giornata in cui il suo compagno di squadra, Pol Espargaro, è solo 17°. Le cose non sono andate molto meglio nemmeno in casa LCR. A tre minuti dalla fine del turno Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) è caduto alla curva 7 e poco dopo è accaduto lo stesso anche ad Alex Marquez (LCR Honda Castrol). Entrambi dovranno stringere i denti sabato trovandosi rispettivamente al 15° e 16° posto.

Ai margini della top 10 ci sono le RC16 di Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing) e Danilo Petrucci (Tech3 KTM Factory Racing). Dopo il sesto tempo della FP1, Petrux è stato ad un passo dal guadagnarsi un posto virtuale in Q2. In ogni caso, entrambi i piloti stanno registrando qualche miglioramento che ci fa presagire a risultati migliori in vista di questo fine settimana. Dietro di loro, 13°, c’è Mir seguito da Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT).

Per trovare la prossima RC16 nelle classifiche dei tempi bisogna risalire al 18° posto, proprio dietro a Polyccio, dove si trova il suo ex compagno di squadra nella fabbrica di Mattighofen, Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing). Iker Lecuona (Tech3 KTM Factory Racing) è stato il peggiore della giornata dietro Lorenzo Savadori (Aprilia Racing Team Gresini). Il romagnolo ha finito appena dietro i suoi due compagni esordienti Enea Bastianini (Esponsorama Racing) e Luca Marini (SKY VR46 Esponsorama) lontani dal ritmo di Martin. In ogni caso, tutti loro avranno la possibilità di migliorare questo sabato in una giornata che deciderà la griglia di partenza, e non perdere l'evoluzione delle stelle della classe regina con FP3 dalle 14:15 (CET)!

La top 10 della classifica combinata:

1. Jack Miller (Ducati Lenovo Team) 1:53.145
2. Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) + 0.313
3. Johann Zarco (Pramac Racing) + 0.392
4. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) + 0.438
5. Jorge Martin (Pramac Racing) + 0.448
6. Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini)
7. Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) + 0.554
8. Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) + 0.568
9. Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) + 0.727
10. Stefan Bradl (Repsol Honda Team) + 0.769

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!