Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
25 giorni fa
By motogp.com

Quartararo primatista in tutti i settori

Il francese vola al comando della classifica dei tempi nel venerdì di Motegi mostrando tutto il suo potenziale e quello della M1

In teoria, il “Twin Ring Motegi non è una pista Yamaha” ma quest’affermazione è stata messa a dura prova dai tempi registrati da Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) e da Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) durante la FP2 del Motul Grand Prix of Japan.

Il rookie è stato il più veloce in tutti i settori nella prova pomeridiana aggiudicandosi il miglior tempo a fine giornata, così che aspira a fare sabato per conquistare la quinta pole position nella sua stagione in classe regina. Le previsioni meteo annunciano la pioggia ma durante le qualifiche il cielo dovrebbe tornare sereno e a quel punto il francese andrà all’attacco. Durante la conferenza stampa del giovedì, il rookie aveva sottolineato il suo scetticismo nel dire che ci sono piste adatte ad una moto piuttosto che ad un altra. Motegi, non è nella lista dei circuiti ‘amici’ della M1 eppure i quattro piloti della casa di Iwata sono nelle prime sei posizioni.

Support for this video player will be discontinued soon.

Quarta: “La mia motivazione? La Yamaha è forte su tutte le piste”

“Onestamente, come ho detto ieri (giovedì n.d.r.) quest’anno, ho sentito spesso dire che ci sono piste Yamaha o piste Honda e, ad essere sincero, non voglio sentirne parlare - puntualizza il pilota di Nizza al termine del primo giorno in pista - Se inizi il fine settimana pensando che questa non sia una pista Yamaha, perderai motivazione. Invece, io penso che la Yamaha sia competitiva su ogni pista. Voglio spingere al 100% e vedremo il risultato. Ad Aragon abbiamo faticato, ma in Thailandia siamo andati bene e qui abbiamo iniziato con un buon passo. È stata una giornata davvero impressionante per noi e per la Yamaha”.

Support for this video player will be discontinued soon.

Rossi: “Ho un buon passo ma posso fare meglio”

Non c’è dubbio sul fatto che sia stato un giorno notevole per il costruttore dei tre diapason visto che tutti i suoi portacolori hanno registrato tempi davvero competitivi. Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP) è il quinto più veloce facendo il tempo nell’ultima parte della sessione nonostante un problema ai freni e Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) conferma il lavoro fatto la mattina col sesto crono. Quello che resta da vedere è come reagiranno le M1 sul bagnato.

Support for this video player will be discontinued soon.

Chi ha dettato il ritmo nella prima giornata in Giappone?

“Il programma per domani è, nel caso di pioggia, fare del nostro meglio. Sappiamo che non abbiamo molta esperienza ma, speriamo di qualificarci nelle prime tre file - continua Quartararo parlando del sabato. 

La giornata di qualifiche a Motegi non promette bel tempo, stiamo a vedere che cosa riusciranno a fare i samurai della Yamaha.

La FP3 della classe regina inizierà alle 10:50 locali (03:50 orario italiano).

Prossimo appuntamento il Motul Grand Prix of Japan, al via dal 18 al 20 ottobre. Vivilo LIVE e OnDemand con il VideoPass!

Consigliati