Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
17 giorni fa
By motogp.com

Quartararo è leader della prima giornata di test a Valencia

Il rookie della stagione conclude 82 tornate nel martedì al Circuit Ricardo Tormo davanti a Viñales e Morbidelli

Il 2020 del Campionato MotoGP™ inizia con i test ufficiali a Valencia. L’attenzione è focalizzata sulle novità introdotte dai diversi costruttori e dalle reazioni in pista dei rispettivi piloti. La giornata si conclude con tre Yamaha al comando della classifica dei tempi. Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) è in testa registrando un crono da 1’30”163 dopo aver svolto 82 giri, è il pilota che trascorre più tempo in assoluto in pista. Il pilota di Nizza prova un nuovo forcellone in carbonio insieme a nuove parti del telaio e cade alla curva 10 alle 15:40 ma non si fa male e riesce a non perdere troppo tempo.

Anche il suo compagno di squadra Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) prova le novità portate dalla casa di Iwata. Il pilota romano trascorre tutta la giornata nelle prime cinque posizioni concludendo col terzo tempo da 1’30”650.

Support for this video player will be discontinued soon.

VIDEO: Quartararo cade durante il test

Ad infilarsi tra i due piloti della squadra satellite è Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) ad un decimo e mezzo da Quartararo dopo aver concluso 66 tornate. Lo spagnolo trascorre gran parte della giornata in sella alla M1 2020. Per quanto riguarda Valentino Rossi, non dovrà lavorare solo sulle novità riguardanti la M1 ma anche sulla squadra visto che questo è il primo giorno col nuovo capotecnico, David Muñoz. Il Dottore completa una giornata consistente di lavoro col nono tempo. Tanto il pesarese come Viñales provano la Yamaha 2020 che presenta un nuovo air box e la terza generazione del motore 2020.

Support for this video player will be discontinued soon.

Quali novità porta Yamaha per i test?

Per quanto riguarda Ducati, svolge i test con due piloti in meno: Pecco Bagnaia è tornato in Italia per recuperare dalla caduta fatta in FP3 e Danilo Petrucci che compie solo 10 giri perché il dolore alla spalla non gli permette di continuare il lavoro in pista non è assicurata la sua presenza per il mercoledì. Andrea Dovizioso è il quarto pilota più veloce in pista. La nuova moto presentata dalla casa di Borgo Panigale ha un telaio completamente nuovo che hanno provato sia Petrucci che Dovizioso. È una giornata produttiva quella del romagnolo che, oltre al nuovo telaio, familiarizza con nuove parti del motore e dell’elettronica. Jack Miller prova le novità concludendo 43 giri e piazzandosi nella top 10.

In questi ultimi giorni il Repsol Honda Team è stato al centro dell’attenzione. Giovedì Jorge Lorenzo annuncia il ritiro dalle competizioni e lunedì sera, prima di iniziare i test viene ufficializzato l’ingaggio di Alex Marquez per il 2020. La giornata dell’esordiente è iniziata con una caduta alla curva 10 dopo pochi minuti in pista ma il campione in carica della Moto2™ riesce a tornare in pista nel pomeriggio concludendo 23 giri familiarizzando con la Honda 2019 del LCR. Marc Marquez cade alla curva 13 mentre provava la moto 2020 terminando il martedì col quinto tempo assoluto dopo aver riprovato le stesse novità già testate durante i test di Misano svolti a settembre. A finire a terra è anche il collaudatore Stefan Bradl che prova un telaio diverso rispetto a quello provato da Marc. Cal Crutchlow (LCR Honda CASTROL) è 11° dopo aver trascorso la giornata a provare la nuova moto.

Support for this video player will be discontinued soon.

Alex supera il limite con la Honda. Arriva la prima caduta!

Suzuki presenta un nuovo motore ed è nel pomeriggio che registra picchi di velocità. Joan Mir deve fare i conti con un problema tecnico che ha limitato i progressi dello spagnolo che termina comunque col sesto posto assoluto piazzandosi davanti al suo compagno di squadra Alex Rins per un decimo e mezzo. Entrambi i piloti Suzuki fanno un passo avanti nel corso della giornata e continueranno a lavorare sulle prime novità anche la seconda giornata di test.

Giornata positiva per la KTM, che si presenta con un telaio completamente nuovo, costruito in modo diverso ma conservando il tubolare in acciaio. Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing) piazza così il quinto produttore nella top 8 dopo aver svolto 58 giri. Il suo nuovo compagno di squadra Brad Binder è 21°, il suo lavoro è mirato a familiarizzare con la MotoGP™. Il collaudatore Dani Pedrosa è 17° mentre Mika Kallio non scende in pista. Iker Lecuona è sensazionale terminando il primo giorno di test col 13° tempo a meno di un secondo e mezzo dal leader della classifica dei tempi.

Support for this video player will be discontinued soon.

Il grande esordio di Binder

Non ci sono novità in casa Aprilia. Andrea Iannone è 14° a poco più di un secondo e mezzo dal più veloce della giornata mentre Aleix Espargaro è 16° e il collaudatore Bradley Smith 20° a due secondi da Quartararo. Il britannico è caduto alla curva 9 all’inizio della giornata e la sessione viene interrotta momentaneamente dalla bandiera rossa ma il pilota non ha riportato conseguenze.

Prossimo appuntamento il i test ufficiali a Valencia, il 19 e 20 novembre. Vivilo LIVE e OnDemand con il VideoPass!