Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
11 giorni fa
By motogp.com

Bastianini, Marini e Bezzecchi: primo podio azzuro in Moto2™

La seconda gara a Jerez ci regala una tripletta che non si vedeva da decenni. Ma che GP è stato quello de Andalucía per gli italiani?

Magico. Vedere tre bandiere tricolore sul podio del Circuito de Jerez-Angel Nieto è stato emozionante ed incoraggiante visto che quei tre, sono alcuni tra i piloti più promettinti del motociclismo italiano.

I momenti chiave della Moto2™ al GP Red Bull de Andalucía

Il fine settimana di Enea Bastianini (Italtrans Racing Team) è all’insegna del numero 3. Il romagnolo ripete il suo miglior piazzamento in qualifica nella categoria intermedia, dove scatta dalla terza casella dello schieramento per dare inizio alla gara; al terzo podio nella classe di mezzo centra la vittoria. Seguito dal duo dello Sky Racing Team, Luca Marini e Marco Bezzicchi, permettendoci così di assistere al primo podio tutto italiano da quando esiste la Moto2 e arriva a 33 anni di distanza dall’ultimo podio azzurro in terra andalusa. Era il 26 aprile del 1987, i tre italiani a riempire gli scalini del podio erano: Fausto Gresini, una delle figure chiave nella carriera di Bastianini, Domenico Brigaglia e Paolo Casoli, ma erano impegnati in 125cc.

Invece, tornando a parlare delle statistiche della categoria intermedia, quello del Gran Premio de Andalucía è stato il primo tridente italiano dal Gran Premio di Imola del 1998 quando a tagliare per primo il traguardo fu Valentino Rossi seguito da Loris Capirossi e da Stefano Perugini.

Dopo aver ricordato queste curiosità storiche, torniamo al presente, ai protagonisti di un appuntamento che, senza dubbio, entra di diritto nei libri di storia del motociclismo italiano e mondiale.

Enea Bastianini, : “Che vittoria! Sono davvero molto contento. Questa mattina nel warm up ero veloce e in gara ho dato il massimo sin dall’inizio perché sapevo di poter vincere. Ho spinto dai primi giri e negli ultimi sono riuscito a mantenere il vantaggio su Marini. Grazie al team per l’ottimo lavoro!”.

Luca Marini (Sky Racing Team VR46) : “Prima della gara sognavo un’altra vittoria, mentre ora sono molto contento del secondo posto. In ottica campionato è un gran risultato. Bastianini ha fatto un ottimo lavoro: è partito forte, ho cercato di riprenderlo e superarlo, ma lui ha chiuso tutte le porte. La gomma davanti si è surriscaldata molto, anche la temperatura dell’acqua è salita e ho dovuto gestire gli ultimi giri fino al traguardo. Sapevo sarebbe stata una gara più dura della scorsa settimana e per questo sono davvero felice per tutta la squadra di questo doppio podio con Marco”.

Marco Bezzecchi (Sky Racing Team VR46) : “Mi sentivo bene, dopo una stagione difficile, ho trovato il feeling con la moto e con la squadra. Sono davvero felice: dividere il podio con Luca è una cosa bellissima per tutta la squadra. Hanno lavorato come delle bestie e oggi abbiamo centrato un gran risultato. Il giro d’onore? Ero stanchissimo, l’adrenalina a mille, mi sono avvicinato a Luca per festeggiare e siamo finiti sulla ghiaia entrambi”.

Momenti divertenti: Sky Racing Team VR46, che festa!

Stefano Manzi (MV Agusta Forward Racing) : “È stata una bellissima gara. Questo fine settimana era più caldo rispetto a quello precedente e ho sofferto un po’ di più, però sono riuscito  a gestire bene la gara. La moto era abbastanza a posto e questi fattori mi hanno permesso di arrivare fino alla nona posizione. Verso la fine mi sono trovato in mezzo ad un gruppetto dove abbiamo fatto un po’ di bagarre. Sono molto contento e speriamo di continuare in questa direzione anche per i prossimi GP. Ci tengo a ringraziare tutto il team per il grande lavoro svolto ed i nostri sponsor che ci sostengono”

Nicolò Bulega (Federal Oil Gresini Moto2), 12°: “Non possiamo essere contenti perché i nostri obiettivi sono e devono essere più alti. Qualche punto va sempre bene, ma ripeto, dobbiamo lavorare per essere lì davanti a giocarci le posizioni di testa. Ora qualche giorno di stop e poi sotto con Brno che è una pista che mi piace molto”.

Fabio Di Giannantonio (Beta Tools Speed Up), 18°: “Peccato, un altro fine settimana è andato molto male! Sicuramente dobbiamo cercare di capire cosa succede alla moto da metà gara in poi dove inizio a perdere feeling con l’anteriore, soprattutto nell’ingresso curva, dove la moto diventa sempre più difficile da guidare. Dobbiamo lavorare e trovare la soluzione per Brno cercando di raddrizzare questa brutta stagione proprio a partire dal fine settimana in Repubblica Ceca”.

Simone Corsi (MV Agusta Forward Racing) non classificato: “Dopo un buon fine settimana, dove mi sentivo abbastanza bene, in gara non sono riuscito a trovare lo stesso feeling con la moto. Avevo poco grip al posteriore. Non ero partito male fino a che non ho avuto il problema con la potenza del motore. Direi che ora bisogna lavorare al meglio per tornare a Brno con le condizioni che avevamo raggiunto fino a ieri”.

Lorenzo Baldassarri (Felxbox HP 40), non classificato: “C’è poco da dire. È stata una gara molto difficile, senza la velocità necessaria per stare in testa e alla fine ho commesso un errore e sono caduto. Voglio ringraziare la mia squadra perché non smette mai di lavorare. Analizzeremo bene questo fine settimana. È stato un appuntamento piuttosto strano ma ho già la mente a Brno dove voglio fare una bella gara”.

Lorenzo Dalla Porta (Italtrans Racing Team), non classificato: “Peccato per la caduta perché finalmente avevo un buon passo e sicuramente avrei chiuso in zona punti. Sabato abbiamo fatto un grande passo in avanti e questo ci porterà a ottenere presto buoni risultati. Finalmente riesco a guidare come voglio e mi diverto: questo è molto importante. Ci prepariamo per Brno, una pista che mi piace parecchio e potrò dire la mia. Complimenti a Enea e alla squadra per la splendida vittoria!”.

Una settimana di pausa e sarà di nuovo tempo di tornare in pista. Il prossimo Gran Premio si svolgerà all’Automotodrom Brno dal 7 al 9 agosto tappa alla quale Bastianini e Marini si presentano rispettivamente in seconda e in terza posizione in campionato due e a cinque punti dall’attuale leader Tetsuta Nagashima (Red Bull KTM Ajo). Sognare un nuovo campione italiano in Moto2™ è possibile.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!