Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
20 giorni fa
By motogp.com

L’adrenalina aumenta. Chi riuscirà a gestirla?

Inizia il conto alla rovescia e, con una classifica generale così ravvicinata, diventa più facile sbagliare ma anche molto più costoso

Lo scenario è bollente, i nervi sempre più tesi e la concentrazione oltre il normale. Da questo punto in poi, vincere o perdere dipende da ogni minimo dettaglio e ogni conseguenza ha conseguente decisive.

Nella conferenza stampa che inaugura il Gran Premio de Europa, Joan Mir (Team Suzuki Ecstar), Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT), Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP), Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT), Andrea Dovizioso (Ducati Team) e Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) condividono le loro sensazioni.

Il primo a prendere la parola è il leader del campionato Mir: “Inizio a sentire un po’ di pressione perché la stagione sta per finire ma voglio godermi il momento e vediamo che posizione otterrò domenica. Sono fiducioso, credo che potrò fare un buon lavoro, quel che è certo è che darò il 100% e poi vediamo che succederà”.

El Diablo arriva a Valencia dopo aver incassato un duro colpo trovandosi in difficoltà nella stessa gara in cui il suo compagno di squadra, Morbidelli, ha vinto ma ormai è acqua passata. “Ho trascorso gran parte della stagione in testa al campionato e adesso sono secondo, ho sentito un po’ di pressione ma adesso sto molto meglio. Penso che molti piloti siano in grado di vincere il titolo senza difficoltà, ma dobbiamo restare concentrati e pensare di restare sempre in lotta”.

Il suo futuro compagno di squadra, Viñales si concentra perché le prossime tre gare siano divertenti e redditizie: “Amo questa pista e quella di Portimao. Ci aspettano tre GP dove possiamo fare davvero bene”. Il morale del catalano è davvero alto e le sue idee chiare: “Abbiamo una strategia chiara: finire davanti a questi due ragazzi (Mir e Quartararo ndr. Faremo il possibile per ridurre il distacco, non sarà facile ma daremo il massimo per riuscirci”.

Morbidelli vuole vivere senza rimpianti: “Darò tutto me stesso nelle prossime tre gare perché adesso che siamo in lotta per il titolo faremo di tutto per vincerlo”. La perfezione sarà l’unica via di fuga per il romano.

L’infortunio alla spalla ha complicato, e non poco, la stagione di Rins ma ora che sta molto meglio ha solo il titolo in testa: “Sono felice di avere la possibilità di vincere. Sono distaccato di 32 punti, sono libero da pressioni, spingerò al massimo”.

C’è anche chi accoglierebbe una gara sul bagnato: Dovizioso che sotto la pioggia vinse la gara valenciana nel 2018. “Sarebbe una buona opzione ma dobbiamo cercare di essere più veloci anche sull’asciutto. I miei rivali sembrano essere in ottima forma e con ottime sensazioni, a differenza nostra. Ogni gara è una storia a sé, quindi vediamo che cosa riusciremo ad ottenere. Tireremo fuori tutto il nostro potenziale nelle prossime gare, faremo il possibile. Sarà dura ma ci proveremo”.

Non ci resta che aspettare qualche ora, quando i piloti della classe regina scenderanno in pista per disputare la prima sessione di libere al Circuit Ricardo Tormo. Chi trionferà?

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati