Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
13 giorni fa
By motogp.com

Aprilia guadagna fiducia a Jerez

Aleix Espargaro batte il record di gara sulla pista andalusa nel secondo giorno di test con la nuova RS-GP 21

Tags 2021

La messa a punto per la stagione 2021 della MotoGP™ è ancora in corso e tre costruttori della classe regina sono impegnati al Circuito de Jerez-Angel Nieto. I piloti dell’Aprilia Racing Team Gresini, Aleix Espargaro e Lorenzo Savadori, insieme a Stefan Bradl (Honda) e Dani Pedrosa (KTM) stanno svolgendo un test privato e le condizioni meteo favorevoli hanno permesso loro di ottenere il massimo dalle rispettive moto.

Il più veloce del secondo giorno è stato Aleix Espargaro. Il catalano, completamente concentrato sullo sviluppo della nuova Aprilia RS-GP 21, ha completato un totale di 42 giri per stabilire un tempo da 1:37.714, sotto il record di gara di tutti i tempi stabilito da Marc Marquez (Repsol Honda Team) nel 2019 (1:38.051).

Il #41 è riuscito a migliorare di oltre un secondo il proprio miglior tempo rispetto alla giornata inaugurale seguito a mezzo secondo dal collaudatore HRC Bradl, unico rappresentate della casa alata a Jerez

La Honda RC213V del tedesco è stata la più veloce nel primo giorno anche se per soli sette millesimi di secondo rispetto all’Aprilia di Aleix. Dani Pedrosa, nel frattempo, ha migliorato il suo tempo di otto decimi di secondo fermando il cronometro a 1:38.607 e si è così portato a 860 millesimi di secondo dal pilota di Granollers, dopo 50 giri sulla KTM RC16 2021.

Aleix Espargaro, nel 2021 mira alla top 6

Lorenzo Savadori si ferma a due secondi e uno dal suo compagno di squadra. Il rookie ha segnato un 1:39.869, un miglioramento di otto decimi di secondo rispetto all’1:40.679 che aveva stabilito al termine di lunedì. Grazie a questi giorni a Jerez, il romagnolo è stato in grado di accumulare esperienza con l’Aprilia MotoGP™ e sarà in grado di continuare a mettere a punto altri dettagli durante la terza e ultima giornata di test.

Dopo questi giorni positivi, la casa italiana potrà continuare a sviluppare la sua RS-GP con più libertà grazie alle concessioni nonostante il congelamento delle moto per il 2021 al fine di limitare i costi dovuti dalla pandemia di Covid-19 per i costruttori. Di cosa saranno capaci questi protagonisti nel Test Ufficiale in Qatar?

Aleix Espargaro 

“Il primo aspetto positivo di questi tre giorni è stato rivedere la mia squadra. Siamo insieme da tanto tempo e l’ambiente è davvero buono, mi sono mancati durante la pausa. La base della RS-GP 2021 è sicuramente promettente, sono solo i primi test ma i tempi sono stati buoni su una pista che non è storicamente la migliore per noi. C’è ancora tanto lavoro da fare, specialmente per quanto riguarda la potenza ma in termini di ergonomia, ciclistica ed elettronica ci sono stati dei progressi interessanti. Ora aspettiamo il Qatar, dove saremo insieme a tutti gli avversari e capiremo il nostro vero livello. Con la speranza che anche Fausto torni presto in pista con noi”. 

Lorenzo Savadori 

“Prima di tutto il mio pensiero va a Fausto che in questo momento sta combattendo una dura battaglia. Conosco il suo spirito e la sua determinazione e gli sono vicino perché ci manca tantissimo! Sui tre giorni posso dire che tornare in pista dopo la pausa, è sempre un momento speciale. Purtroppo, questi test per me sono stati condizionati da un problema alla spalla destra che mi ha impedito di essere al 100% della forma. In ogni caso il feeling con la moto 2021 è stato buono al primo impatto, sembra essere migliorata sotto tutti i punti di vista anche se ritengo che ci si debba ancora lavorare. Il mio obiettivo è essere in forma perfetta per i prossimi test in Qatar”. 

Segui MotoGP™ Chats, le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati