Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
9 giorni fa
By motogp.com

A Valencia per la resa dei conti

Ducati vuole il titolo dedicato alle squadre, Viñales e Rins si battono per il terzo posto. Rossi cerca il podio e Quarta la prima vittoria

Il Gran Premio Motul de la Comunitat Valenciana è l’ultimo appuntamento della stagione e restano ancora da affidare dei premi. Primo tra tutti quello dedicato alle squadre, motivo per cui Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci (Ducati Team) si preparano a fare del loro meglio per aggiudicarselo visto che sono in testa alla classifica. Marc Marquez (Repsol Honda Team), già confermato campione del mondo invece, ce la metterà tutta, insieme a Jorge Lorenzo (Repsol Honda Team) per recuperare gli attuali due punti di distacco dalla squadra ufficiale del costruttore emiliano.

Support for this video player will be discontinued soon.

I fuochi di chiusura

Al Ricardo Tormo scopriremo anche chi, tra Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) e Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) si aggiudicherà la medaglia di bronzo. Il pilota della Yamaha si trova in vantaggio di sei punti con la vittoria conquistata a Sepang. Il catalano viene da un periodo di grande consistenza e competitività. Il ‘Top Gun’ della MotoGP™ si presenta alla tappa definitiva della stagione con una grande determinazione e il desiderio di firmare il suo primo podio in classe regina sulla pista valenciana.

Support for this video player will be discontinued soon.

Missing the Apex, il lato B della trasferta asiatica

Rins è pronto per l’attacco decisivo e, a differenza del suo rivale, sà come ci si sente ad arrivare tra i primi tre al traguardo in questo circuito visto che nel 2018 si è preso il secondo posto alle spalle di Dovi in una gara divisa in due parti a causa della pioggia. Lo spagnolo cercherà di giocare le sue carte al meglio e riportare la Suzuki sul podio iridato per la prima volta dal ritorno in MotoGP™.

Support for this video player will be discontinued soon.

I duelli inediti della tirpletta asiatica

A Sepang, Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP) è stato uno dei protagonisti indiscussi in gara. Il Dottore si è battuto con Dovi fino alla fine ma il forlivese ha avuto la meglio prendendosi il terzo posto. Pur avendo chiuso ai piedi del podio, il nove volte campione del mondo si è detto soddisfatto per il lavoro svolto e per il risultato ottenuto, un’affermazione che fa ben sperare in vista del Gran Premio di Valencia e soprattutto in ottica 2020.

Support for this video player will be discontinued soon.

Valentino Rossi racconta i suoi 24 anni di carriera

Alla prossima stagione guarda anche la KTM con una formazione a metà tra presente e futuro. Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing) si conferma il pilota di riferimento, ai margini della top 10 iridata, il catalano è sempre pronto a dimostrare tutto il potenziale della moto austriaca e dal prossimo anno accoglierà nel suo box il sudafricano Brad Binder, mentre per il momento c’è Mika Kallio a concludere il campionato. Il Red Bull KTM Tech 3, si presenta all’appuntamento valenciano senza Miguel Oliveira, assente perché convalescente dopo l’operazione fatta alla spalla, al suo posto ci sarà Iker Lecuona che rinuncia all’ultima gara in Moto2™ per anticipare l’esordio in classe regina con la squadra con cui affronterà il primo anno in MotoGP™ nel 2020.

Support for this video player will be discontinued soon.

MotoGP™: il ritorno di Maverick

Come da tradizione, il martedì dopo il Gran Premio, i piloti torneranno di nuovo in pista per inaugurare il 2020 in una giornata di test privati che anticipano quelle che saranno le moto che la prossima stagione si contenderanno il titolo.

Prossimo appuntamento il Gran Premio Motul de la Comunitat Valenciana, al via dal 14 al 17 novembre. Vivilo LIVE e OnDemand con il VideoPass!