Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
14 ore fa
By motogp.com

I rookie KTM assalgono la top 10

Seguendo i passi di Pol Espargaro, Iker Lecuona e Brad Binder sbalordiscono piazzando le rispettive RC16 nelle prime posizioni

I miglioramenti della moto di Mattighofen sono tangili e la differenza col 2019 si è visto già durante i test invernali. Al Gran Premio Red Bull de España viene confermato tutto il lavoro svolto nei mesi invernali. Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing) firma l’ottavo posto in FP1 ma dietro lo spagnolo ci sono due debuttanti impressionanti: Iker Lecuona (Red Bull KTM Tech3) e Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing).

D’altronde, Hervé Poncharal, team manager del Red Bull KTM Tech3, ci aveva anticipato che KTM e la sua squadra sarebbero stati sotto i riflettori già giovedì a margine della conferenza stampa a Jerez scommettendo sul fatto che anche il debuttante Lecuona avrebbe ottenuto ottimi risultati. Il nono e il 12° tempo dimostrano che lo spagnolo ha tutto il potenziale per stare nella top 10.

“Sicuramente è un bene per me e per la squadra. Oggi hanno fatto un ottimo lavoro – esordisce il rookie – Questa mattina ho fatto un giro veloce e poi abbiamo montato la gomma nuova. Ho girato da solo e sono migliorato molto finendo poi tra i primi nove, il che è davveroottimo per me perché ho faticato molto durante il test di mercoledì. Quindi, avere questa velocità è davvero importante per me e per la squadra”.

“Nel pomeriggio ho lavorato in vista della gara perché c’erano le condizioni giuste per farlo. Non ho usato gomme nuove ma sono riuscito ad andare ancora una volta abbastanza bene, quindi, mi sento molto bene con la moto. Sono abbastanza contento di oggi. Mercoledì ho faticato in alcuni punti, quindi giovedì mattina e pomeriggio ho lavorato sodo con la mia squadra e ho guardato tutte le riprese, i tabelloni, ho controllato i dati, ho fatto di tutto per cercare di migliorare oggi e ci sono riuscito, quindi sono davvero felice”.

Anche Binder si è goduto una grande giornata, terminando la FP2 al terzo posto davanti al campione del mondo in carica Marc Marquez (Repsol Honda Team) dopo aver conquistato la decima piazza nella sessione mattutina. Come si è sentito il sudafricano nella sua prima giornata in MotoGP™?

“Oggi è stato davvero bello. Entrare subito in top 10 è stato davvero bello, a dire il vero non me l’aspettavo. Anche il feeling era ottimo, l’avevo già notato durante il test ma oggi l’ho notato di più, abbiamo fatto un buon passo avanti. Questo pomeriggio mi sono trovato bene con le gomme usate, ho messo quelle nuove per migliorare il tempo. Ci sono riuscitio, quindi adesso, non vedo l’ora che arrivi domani e cercherò di continuare fare altri progressi”.

“Finora credo che la nostra moto abbia lavorato molto bene su questa pista. Ci sono molti punti di frenata difficili e sì, in questi ultimi giorni sono andato molte volte dritto ma sto cercando di trovare il limite. Sono ancora nuovo e ho ancora molto da imparare”.

Inizialmente Espargaro era un po’ spaventato dal rendimento che avrebbe avuto su questa pista viste le alte temperature, invece a fine giornata si è mostrato molto soddisfatto. Lo spagnolo si è detto appagato del laovor svolto ma, cosa più interessante, è stato molto contento di vedere quanto siano stati veloci Binder e Lecuona.

Il pilota di Granollers ha poi accennato ai miglioramenti della KTM e a cosa significhino le prestazioni dei rookie per la casa austriaca: “L’anno scorso e negli ultimi anni ho sentito dire che la moto era fatta per me o che tutti avevano bisogno di adattarsi al mio stile. Vedere arrivare questi ragazzi giovani come ad esempio Iker, che non ha nemmeno trascorso molti anni in Moto2™, è un buon esempio per dimostrare che questa moto è veloce”.

“Dopo l’addio di Zarco, KTM era abbastanza preoccupata sulla struttura della moto, se fosse buona o meno, se si adattava solo al mio stile. Ma questa è la prova: tutti possono essere veloci con questa moto. Dani è veloce nei test, Iker è veloce in pista, Miguel è super veloce, Brad sta dimostrando un buon passo e buone prestazioni, quindi sono felice perché è la mia bambina... Tutto fa sembrare che domenica potremo giocarcela con i migliori in pista. È presto e manca ancora un giorno, tutti miglioreranno sicuramente, ma il nostro lavoro sembra promettente”.

Attenzione alle quattro KTM per il resto del fine settimana. L’armata arancione sembra in grado di sconvolgere alcuni dei pronostici nelle qualifiche e nella gara di domenica.

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare che hanno fatto la storia e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!