Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
18 giorni fa
By motogp.com

Quartararo prepara il passo per firmare la pole a Jerez

Il francese stabilisce il nuovo record della pista e si piazza al comando della combinata davanti a Miller e Mir. Rossi e Baganaia in top 10

Il sabato mattina del Gran Premio Red Bull de España parte subito alla grande. Al Circuito de Jerez – Angel Niento, Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) ha formato la sua prima pole in MotoGP™ nel 2019 e quest’anno stabilisce il nuovo record della pista portandolo a 1’36”806.

GP Red Bull de España: Le reazioni del primo giorno

Jack Miller (Pramac Racing) vuole arrivare nel team ufficiale nel 2020 con risultati d’eccellenza all’attivo e inizia piazzandosi alle spalle del francese a 52 millesimi dal francese e imponendosi su Joan Mir (Suzuki Ecstar) che ha un anno da rookie alle spalle e vuole entrare subito tra i piloti di riferimento della categoria.

Quarto tempo per Marc Marquez (Repsol Honda Team) che a fine sessione ha intrecciato la sua traiettoria con quella di Alex Rins (Suzuki Ecstar) al quale rovina l’ultimo passaggio della sessione e termina la FP3 in 12° piazza. Quinto tempo per Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) che conferma le buene sensazione avute nel corso del venerdì con la sua M1. Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol) s’infila tra lo spagnolo e Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) autore indiscusso della FP2.

Marquez vs Rins: rivalità rinnovata nel 2020

Acquisisce sicurezza e fiducia Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP) così che tutti i piloti Yamaha sono nelle prime dieci posizoini. È interessante il ritmo della Ducati su una pista che non permette alla Desmosedici di dimostrare tutto il proprio potenziale visto che chiudono la top 10 Francesco Bagnaia (Pramac Racing) e Andrea Dovizioso (Ducati Team) in pista a due settimane dall’operazione fatta alla spalla in seguito ad un incidente avuto con la moto da cross.

Le KTM fanno parlare di loro. Pol Espargaro (Red Bull KTM Factory Racing) è 11° a quattro decimi di distacco dal miglior tempo registrato; il suo compagno di squadra  Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) è 16° dopo aver affrontato una FP2 da grandi riferimento della sessione mentre Iker Lecuona (Red Bull KTM Tech3) è l’unico alfiere della KTM a non migliorare il proprio tempo dalla FP1 ed è in 18° piazza mentre continua ad arrancare Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech 3) in 21° piazza.

Aleix Espargaro (Aprilia Racin Team Gresini) dovrà passare dal Q1 per conquistarsi l’accesso al gruppo d’élite per andare a caccia della pole position visto che è in 17° piazza alle spalle di Binder.

I primi 10 classificati nella combinata:
1. Fabio Quartararo - (Petronas Yamaha SRT) - 1:36.806
2. Jack Miller - (Pramac Racing) - +0.052
3. Joan Mir - (Team Suzuki Ecstar) - +0.102
4. Marc Márquez - (Repsol Honda Team) - +0.223
5. Maverick Viñales - (Monster Energy Yamaha MotoGP) - +0.240
6. Cal Crutchlow - (LCR Honda Castrol) - +0.293
7. Franco Morbidelli - (Petronas Yamaha SRT) - +0.306
8. Valentino Rossi - (Monster Energy Yamaha MotoGP) - +0.324
9. Francesco Bagnaia - (Pramac Racing) - +0.365
10. Andrea Dovizioso - (Ducati Team) - +0.379

Clicca qui per i risultati completi della FP2!

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!